Il territorio è un opportunità per le aziende

Adottando opportune strategie di mappatura e promozione delle eccellenze di prossimità si può articolare una efficace azione di marketing territoriale a tutto beneficio dell’azienda turistica

Il traffico complessivo turistico nazionale si ha registrato nel 2018 123 milioni di arrivi, per un totale di 420 milioni di presenze (ovvero il numero di notti trascorse negli esercizi ricettivi). Il settore dell’open air ha registrato nello stesso periodo circa 10 milioni di arrivi per oltre 70 milioni di presenze. In termini relativi, l’open air pesa circa l’8,2% sugli arrivi ma registra poco meno di un quinto del totale delle presenze. Il dato è particolarmente significativo se si considera che arrivi e presenze dell’open air sono distribuiti su un ridotto numero di aziende (2.600 circa) ed in un periodo decisamente compresso (in media 150 / 160 giorni per anno). Dunque migliorando ed incrementando l’offerta esistono amplissimi margini per accrescere la domanda turistica.

L’italia è un Paese meraviglioso. Vario, vasto e ricchissimo di biodiversità ed emergenze culturali ed ambientali ed offre, pressochè ovunque, opportunità uniche di conoscenza ed esperienza. La nostra nazione ospita 54 siti Unesco, un migliaio di borghi storici , 5000 musei , 25 parchi nazionali,  27 aree marine protette , 147 riserve naturali statali, 3 altre aree naturali protette nazionali, 134 parchi naturali regionali, 365 riserve naturali regionali, 171 altre aree naturali protette regionali, un numero altissimo di siti archeologici. A tutto questo bisogna aggiungere che le iniziative culturali, folkloristiche, gastronomiche e ricreative sono molte per ciascuno degli 8000 comuni e costituiscono spesso un’esperienza unica ed irripetibile per chi vi assiste.